Lorraine Nolan eletta a capo del consiglio di amministrazione di EMA

0
177

L’elezione del nuovo capo del consiglio di amministrazione di EMA (European Medicines Agency) è avvenuta durante il meeting tenutosi il 16 e 17 marzo. L’irlandese Lorraine Nolan prende il posto di Christa Wirthumer-Hoche, capo dell’agenzia del farmaco austriaca (Austrian Medicines and Medical Devices Agency), che ha ricoperto due mandati consecutivi dal 2016 al 2021.

Chi è Lorraine Nolan

La nuova leader del consiglio di amministrazione di EMA è l’irlandese Lorraine Nolan, chimica di formazione, con un dottorato in sviluppo del farmaco conseguito presso il Trinity College di Dublino. Alle sue spalle più di venti anni di esperienza nella regolamentazione di farmaci e più in generale di prodotti per la salute.

Nel 2001 Nolan entra nell’agenzia del farmaco irlandese HPRA (Irish Health Products Regulatory Authority), dove ricopre diverse posizioni fino a diventarne amministratore delegato nel gennaio 2016, carica che ricopre ancora oggi. Nolan ha inoltre già avuto ruoli di prestigio in EMA. Dal 2019 era infatti vice-presidente del consiglio di amministrazione dell’agenzia europea, di cui è membro dal 2016.

Obiettivi chiari

Il contesto in cui è avvenuto questo cambio di regia è particolarmente complesso. Due anni di pandemia e il recente conflitto in Ucraina stanno cambiando equilibri che sembravano stabili e rivelando nervi scoperti. Secondo Nolan però la strada da seguire è molto chiara. EMA deve rimanere agile e reattiva e saper dimostrare di avere il controllo ma anche di essere sensibile a quello che avviene nei territori interessati dal suo operato.

L’obiettivo principale di Nolan sarà quindi di rafforzare e promuovere le collaborazioni tra EMA, Unione Europea e agenzie nazionali. Solo attraverso questa sinergia sarà infatti possibile per l’Agenzia mantenere i migliori standard di protezione della salute umana e animale. Ma anche coltivare la propria reputazione a livello globale attraverso un’immagine moderna e trasparente.

Nolan si troverà a lavorare in stretta collaborazione con Emer Cooke, direttore esecutivo di EMA dal novembre 2020. Cooke si è rivelata entusiasta dell’elezione di Nolan, con cui si è già trovata a collaborare proficuamente negli anni passati. Ma non tralascia di elogiare l’operato del capo del consiglio di amministrazione uscente, Christa Wirthumer-Hoche, costretta a fronteggiare sfide del calibro della Brexit e dell’esplosione della pandemia di COVID-19. Non resta allora che attendere l’elezione del vice-presidente, posizione rimasta vacante, attesa per le giornate del 15 e 16 giugno 2022.

Articoli correlati

La disuguaglianza non è donna