Nasce l’Alleanza europea per i medicinali critici

La Commissione europea lancia ufficialmente la Critical Medicines Alliance un meccanismo consultivo che riunisce organismo pubblici e privati con l'obiettivo di identificare le soluzioni per rafforzare l'approvvigionamento di medicinali critici in Unione europea

0
81

Hera, (l’Autorità per la preparazione e la risposta alle emergenze sanitarie della Commissione europea) ha ufficialmente lanciato la Critical Medicines Alliance,  (l’Alleanza per i Medicinali Critici), un organismo che riunisce autorità nazionali, industrie, organizzazioni sanitarie, rappresentanti della società civile, la Commissione e le agenzie dell’UE per identificare le misure più adatte ad affrontare ed evitare la carenza di medicinali critici.

L’Alleanza mira a identificare le aree chiave e le priorità d’azione, proponendo soluzioni per rafforzare l’approvvigionamento di farmaci essenziali nell’UE migliorando l’efficacia delle azioni di prevenzione e gestione delle le carenze.

Annunciato per la prima volta nell’ottobre del 2023, questo organismo rappresenta  la risposta della Commissione  alla richiesta di maggiore autonomia strategica nel settore avanzata da oltre 23 Stati membri ed avrà una durata iniziale di cinque anni. Dalla sua istituzione, nel gennaio di quest’anno, ha già raccolto l’adesione di circa 250 membri tra cui ministeri e agenzie governative in rappresentanza degli Stati membri, aziende e organizzazioni non governative.

Una vera Unione Europea della Salute dovrebbe garantire la disponibilità di farmaci essenziali a tutti gli europei. La Critical Medicines Alliance è un nuovo pilastro industriale per la nostra Unione Europea della Salute, con esattamente questa ambizione.

Frank Vandenbroucke, Vice Primo Ministro e Ministro della Sanità Pubblica in Belgio

Azioni strategiche dell’Alleanza

Istituita come un meccanismo consultivo inclusivo e trasparente dei principali stakeholder, l’Alleanza lavorerà con i seguenti obiettivi:

  • concentrarsi sui farmaci critici che presentano le maggiori vulnerabilità, sulla base dell’analisi di vulnerabilità in corso da parte della Commissione per un sottoinsieme di sostanze elencate nell’elenco dell’Unione dei farmaci critici pubblicato da EMA nel dicembre 2023
  • individuare le vulnerabilità delle filiere di approvvigionamento di medicinali critici
  • mettere in comune le competenze e le risorse dei suoi membri per determinare come affrontare al meglio le vulnerabilità delle catene di approvvigionamento
  • raccomandare azioni prioritarie e proporre nuovi strumenti per affrontare le sfide identificate. In particolare, le raccomandazioni si concentrano sulla mitigazione dei rischi strutturali e sul rafforzamento delle forniture:
    • incoraggiando la diversificazione
      incentivando l’industria manifatturiera
  • rafforzare la sicurezza dell’approvvigionamento.

Le raccomandazioni si concretizzeranno in un Piano Strategico pluriennale, con tappe e scadenze corrispondenti per la loro attuazione. Le discussioni all’interno dell’Alleanza aiuteranno la Commissione a identificare i ‘progetti di investimento pipeline’, che potrebbero beneficiare di finanziamenti dell’UE e nazionali per rafforzare la produzione nell’UE.

Nuove partnership

L’Alleanza adotterà una visione olistica della catena di approvvigionamento e i suoi membri potranno identificare nuove sinergie per lavorare insieme più efficacemente, inclusa la creazione di nuove partnership. Tutti i membri hanno il diritto di partecipare al Forum, che viene regolarmente consultato sulle tappe fondamentali dell’attività. Data la natura globale della supply chain e l’interesse espresso da molti partner anche extra-europei a partecipare all’iniziativa, le nuove partnership potrebbero portare alla diversificazione della catena di approvvigionamento di medicinali critici.

Ora i lavori inizieranno con la pubblicazione delle prime raccomandazioni per migliorare l’approvvigionamento di medicinali critici prevista entro la fine dell’anno.