enGenome finanziata dallo European Innovation Council Accelerator

0
232

enGenome, spin-off dell’Università di Pavia insediata presso il Dipartimento di Ingegneria Industriale e dell’Informazione, è stata selezionata tra le 65 startup e PMI europee vincitrici della prima call del 2021 dello European Innovation Council (EIC) Accelerator. enGenome beneficerà di un contributo previsto di 3,7 milioni di euro complessivi, in parte a fondo perduto, in parte come investimento in equity.

L’azienda ha sviluppato il software eVai per supportare i medici nella diagnosi di malattie genetiche rare attraverso l’interpretazione delle varianti genomiche. Lo scopo di eVai è aumentare significativamente la resa diagnostica dei test genetici basati sul sequenziamento del DNA. Per raggiungere questo obiettivo, eVai si avvale di intelligenza artificiale e bioinformatica arrivando a valutare la patogenicità di combinazioni di varianti genomiche finora escluse dal processo interpretativo.

Questa soluzione non ha soltanto convinto lo European Innovation Council, come sottolinea Ettore Rizzo, CEO e cofondatore di enGenome; numerosi esperti coinvolti nel processo di selezione hanno infatti fornito riscontri che confermano la validità di eVai, il che rende questo riconoscimento ancora più importante dell’ingente sostegno economico.

EIC Accelerator

L’EIC Accelerator è un nuovo strumento finanziario europeo, precedentemente noto come SME Instrument. Supporta il processo di crescita sui mercati europei e globali di aziende e start-up a vocazione fortemente innovativa. Nel 2021 ha un budget di circa 1,1 miliardi di euro.

EIC Accelerator ha selezionato 2 aziende italiane su 427 candidature; il tasso di successo per la prima call è inferiore al 3%.

Il processo di selezione, altamente competitivo, si è svolto in due prime fasi di valutazione delle candidature da parte di esperti esterni. A queste è seguita un’intervista finale di fronte a una giuria di investitori e imprenditori.