Simposio AFI 2021: sessione Startup

Martedì 16 novembre si terrà la sessione del Simposio AFI 2021 dedicata alle Startup. Sarà l'occasione per discutere delle modalità di incontro tra esigenze di crescita imprenditoriali e apertura all'innovazione

0
266

Esistono modelli di innovazione che si possono considerare vincenti? E come ottenere una cooperazione fruttuosa tra grandi realtà farmaceutiche tradizionali e piccole imprese innovative? Questi interrogativi saranno al centro della sessione del Simposio AFI 2021 dedicata alle startup, che si terrà martedì 16 novembre alle ore 11.

L’evento è stato organizzato da Lorenzo Crottini, Paola Minghetti e Maria Luisa Nolli di AFI, in collaborazione con Giorgio Ciron di InnovUp, l’associazione nata dall’unione tra Italia Startup e APSTI che punta ad aggregare le realtà più innovative del panorama italiano.

Registrati alla sessione

Voce alle startup

Dopo l’introduzione da parte di AFI, la sessione Startup del Simposio AFI 2021 entrerà nel vivo, dando voce a quattro realtà italiane dal sapore innovativo. I portavoce di queste aziende saranno chiamati a condividere con il pubblico idee, progetti e modelli di business. A moderare, Fabrizio Conicella di InnovUp.

Si comincerà con Marco Lombardo di Regensight, startup romana che si occupa del miglioramento della vista e della qualità della vita in generale grazie a una nuova tecnologia chiamata teragnostica. Differente è invece il settore in cui si muove CoAIMed, spin-off dell’Università degli Studi di Firenze presentato da Gianmaria Mancioppi. Obiettivo di questa sturtup è infatti produrre e commercializzare prodotti innovativi nell’ambito dell’intelligenza artificiale, della sensoristica e della biorobotica. Sarà quindi il turno di Stefania Mazzoleni, che presenterà la compagnia biotecnologica Genenta Science. Con sedi a Milano e New York, la startup si occupa di terapie geniche per il trattamento del cancro basate sull’attivazione del sistema immunitario all’interno del tumore. Infine Elena Sgaravatti, presidente di PlantaRei Biotech, presenterà la sua startup basata sull’utilizzo delle biotecnologie vegetali.

Il punto di vista delle grandi aziende

A seguire sarà la volta di una tavola rotonda che vedrà la partecipazione di tre grosse realtà multinazionali con sedi in Italia. A dibattere intorno al tema dell’incontro tra esigenze imprenditoriali di crescita e apertura nei confronti dell’innovazione saranno infatti Ottavia Borboni e Laura Antonioli di Novartis, Alice Zilioli di Roche e Alessandro Maiocchi di Bracco spa.

Un’occasione da non perdere quindi per conoscere meglio il panorama dell’innovazione made in Italy. Ma anche il modo in cui la novità che rappresenta può coniugarsi al meglio con gli interessi delle grandi industrie.