Accordo Novartis-Pfizer BioNTech per produrre il vaccino anti-Covid 19 in Svizzera

A partire dal secondo trimestre del 2021 Novartis comincerà a produrre il vaccino anti COVID-19 basato su tecnologia mRNA sviluppato da Pfizer/Biontech

0
466
partnershio Lifebee Valgenesis

Novartis stipula un accordo con Pfizer BioNTech e scende in campo per dare una mano nel contrastare la pandemia di COVID-19 che ha finora ucciso oltre 2 milioni di persone e contagiato più di 100 milioni di esseri umani in tutto il mondo.

I tempi dell’accordo Novartis-Pfizer BioNTech

A partire dal secondo trimestre del 2021, infatti, la casa farmaceutica svizzera comincerà a produrre il vaccino basato su tecnologia mRNA sviluppato da Pfizer/Biontech e già in uso in tutta Europa, compresa la Svizzera, per la campagna di vaccinazione di massa contro il virus SARS-CoV-2. La decisione del gigante farmaceutico elvetico giunge in un momento in cui la fornitura dei vaccini alle Nazioni del vecchio continente sta conoscendo una situazione di stallo dovuta ai ritardi di fornitura dei vaccini di Pfizer/BioNTech, di  Moderna e di AstraZeneca.

La produzione verrà localizzata a Stein, città situata nel Cantone Argovia, in Svizzera.

Anche Sanofi aiuterà nella produzione

La decisione di Novartis di voler collaborare alla produzione del vaccino di Pfizer/BioNTech fa seguito a quella annunciata dalla casa farmaceutica francese Sanofi il 27 gennaio scorso. L’accordo con Pfizer permetterà quindi di avere a disposizione il vaccino direttamente sul territorio europeo e consentirà alle Nazioni dell’Unione Europea e alla Svizzera di accedere a maggiori quantità del prodotto e di facilitare la consegna delle dosi.

I termini dell’accordo Novartis-Pfizer BioNTech

Secondo l’accordo, Novartis acquisirà l’RNA messaggero ‘sfuso’ dalla società BioNTech e provvederà al corretto riempimento delle fiale. Queste verranno poi rispedite all’azienda tedesca per essere distribuite in tutto il mondo.

Il produttore di farmaci svizzero intende però fare anche di più. Sta infatti trattando con altre società per cominciare la produzione di materie prime che saranno utili sia per altri vaccini anti COVID-19 sia per altre tipologie di terapie contro la malattia sostenuta dal nuovo coronavirus. Novartis ha comunicato che divulgherà informazioni su eventuali altri accordi quando saranno conclusi in via definitiva.