Pfizer e BioNTech aderiscono a COVAX

Pfizer e BioNTech forniranno fino a 40 milioni di dosi del loro vaccino COVID-19 a COVAX, l'iniziativa globale nata per garantire un'equa distribuzione dei vaccini a livello globale.

3
464
Pfizer e BioNTech aderiscono a COVAX

Pfizer e BioNTech hanno concluso un accordo per la fornitura di un massimo di 40 milioni di dosi del loro vaccino COVID-19 a COVAX.

COVAX è un’iniziativa globale coordinata dalla Global alliance for vaccines and immunization (GAVI), la Coalition for epidemic preparedness innovations (CEPI) e l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) con l’obiettivo di garantire un accesso equo ai vaccini COVID-19 per tutti i Paesi del mondo, in particolare alle 92 nazioni a basso e medio reddito.

Due miliardi di dosi entro il 2021

COVAX agisce come una piattaforma che sostiene la ricerca, lo sviluppo e la produzione di una vasta gamma di candidati vaccini COVID-19, e negozia il loro prezzo per i Paesi partecipanti: “tutti i Paesi, indipendentemente dai livelli di reddito, avranno uguale accesso a questi vaccini una volta sviluppati”.

L’obiettivo iniziale è di avere due miliardi di dosi disponibili entro la fine del 2021, quantità considerata sufficiente a proteggere sia gli operatori sanitari di prima linea che le persone ad alto rischio e più vulnerabili.

Le dosi del vaccino di Pfizer-BioNTech saranno consegnate nel corso del 2021 e le prime dovrebbero essere disponibili nel primo trimestre del 2021, previa conclusione degli accordi di fornitura nell’ambito della COVAX Facility.

Il ruolo di COVAX Facility è quello di massimizzare le possibilità che le persone nei Paesi partecipanti abbiano accesso ai vaccini COVID-19 nel modo più rapido, equo e sicuro possibile. Aderendo allo Strumento, i Paesi e le economie partecipanti non solo avranno accesso al portafoglio di vaccini COVID-19 più ampio e diversificato del mondo, ma anche a un portafoglio gestito attivamente. Lo strumento monitora continuamente il panorama dei vaccini COVID-19 per identificare i candidati più adatti, in base al merito scientifico e alla scalabilità, e lavora con i produttori per incentivarli a espandere la loro capacità produttiva prima che i vaccini ricevano l’approvazione normativa.

Una risposta globale a una crisi globale

Condividiamo la missione di COVAX e siamo orgogliosi di lavorare insieme in modo che i Paesi in via di sviluppo abbiano lo stesso accesso del resto del mondo, il che ci porterà un altro passo più vicino a porre fine a questa pandemia globale e a dimostrare che la scienza vincerà per tutti, ovunque.

Albert Bourla, presidente e Ceo Pfizer

«In Pfizer, crediamo che ogni persona meriti di essere vista, ascoltata e curata, – ha affermato il presidente e amministratore delegato di Pfizer, Albert Bourla. – Ecco perché fin dall’inizio del nostro programma di sviluppo del vaccino, Pfizer e BioNTech sono stati fermamente impegnati a lavorare per un accesso equo e conveniente dei vaccini COVID-19 per le persone di tutto il mondo».

Ugur Sahin, M.D., CEO e co-fondatore di BioNTech ha confermato la volontà di rendere accessibile il vaccino a tutto il mondo: «La SARS-CoV-2 non fa differenza tra i confini: una pandemia globale richiede soluzioni globali e una collaborazione mondiale. COVAX è un’iniziativa veramente globale e siamo felici di sostenere rendendo BNT162b2 disponibile in molti Paesi a basso e medio-basso reddito per aiutare a proteggere le persone vulnerabili in tutto il mondo».

3 COMMENTS

Comments are closed.