Terapie cellulari e geniche, sfide e opportunità per l’industria del confezionamento farmaceutico

Steriline ha presentato al CPHI Barcelona una soluzione robotica sviluppata per soddisfare la sempre maggiore flessibilità richiesta nei processi di produzione di farmaci

0
152

DALLE AZIENDE

In occasione della fiera CPHI Barcellona, Steriline – produttore italiano di soluzioni robotiche e standard per il confezionamento primario di prodotti iniettabili che rifornisce l’industria farmaceutica in tutto il mondo – ha esposto una macchina riempitrice e ghieratrice robotica per flaconi sotto isolatore (RVFCM2). La soluzione integra la robotica e gli isolatori adottando una filosofia “zero sprechi”, una combinazione sempre più popolare nel settore farmaceutico che trova crescente applicazione nell’ambito delle terapie ad alto valore, come le terapie cellulari e geniche (CGT), che si stanno rivelando validi alleati sia nella lotta contro il cancro che per i pazienti affetti da malattie rare e ultra-rare.

Filosofia Steriline: “zero sprechi”

«Le terapie ad alto valore devono misurarsi con una sfida importante: l’attrattiva commerciale», afferma Federico Fumagalli, direttore commerciale di Steriline. «Tali trattamenti, molto spesso salvavita, rischiano di essere poco redditizi, in quanto personalizzati e destinati a un numero ristretto di pazienti. L’industria è quindi orientata verso l’adozione di tecnologie super flessibili in grado di ridurre al minimo gli sprechi del prodotto finale ad alto valore».

A tal proposito, Steriline ha adottato una filosofia “zero sprechi”, implementando le proprie soluzioni smart per rilevare imprecisioni di riempimento e ghieratura durante il confezionamento primario e rilavorare ogni singolo contenitore, in modo da ridurre al minimo gli scarti di qualsiasi tipo.

Gli isolatori e la robotica sono ormai il fulcro della filosofia di Steriline. Gli isolatori garantiscono l’ambiente di grado A necessario per la delicata manipolazione dei prodotti, per limitare il rischio di contaminazione e per ridurre le dimensioni dell’area in cui garantire un ambiente asettico, secondo quanto richiesto dalle cGMP. I robot, concepiti per operare in un ambiente sterile e trattare varie tipologie di contenitori, offrono alle diverse soluzioni l’autonomia e l’adattabilità necessarie per riempire le quantità esatte previste dalle ricette definite dai clienti.

«La filosofia e l’offerta di Steriline si evolvono fedelmente con le sfide emergenti del mercato. Aspiriamo a essere un partner affidabile per i nostri clienti e a soddisfare le loro esigenze produttive in continua evoluzione. Le CGT rappresentano una rivoluzione nel campo della medicina con la promessa di garantire cure più efficaci per malattie ancora senza risoluzione. Siamo entusiasti di aiutare il settore a stabilire una nuova pietra miliare per la salute di molte persone», conclude Federico Fumagalli.