ASSORAM sull’Intelligenza Artificiale

Intelligenza Artificiale: ASSORAM “Molte potenzialità per altrettanti rischi. Intensificare il dialogo tra Istituzioni e filiera"

0
44
Intelligenza artificiale ASSORAM

In data 24 luglio 2023 ASSORAM ha invitato al dialogo le Istituzioni presentando una lettera aperta per approfondire gli ambiti della filiera healthcare più sensibili alle innovazioni portate dall’intelligenza artificiale, tenendo conto anche dei rischi.

Il Direttore Generale Mila De Iure ha dichiarato che questa lettera vuole essere uno stimolo al rafforzamento della collaborazione tra pubblico e privato per attenzionare gli impatti dell’innovazione tecnologica sul settore healthcare e sulla tenuta del valore etico, sociale, professionale e imprenditoriale del comparto.

ASSORAM ha riconosciuto al tema una centralità strategica all’interno dell’agenda associativa, a cui è stato dedicato anche un panel nell’Assemblea annuale degli associati. “Lo scorso 23 giugno abbiamo invitato professionisti, esperti di filiera e innovatori a confrontarsi con gli operatori della distribuzione sulle nuove evoluzioni della digitalizzazione: una digitalizzazione disruptive, che crea un prima e un dopo nella gestione delle attività aziendale e che può essere il primo passo verso nuove catene del valore”, chiarisce il Direttore Generale.

ASSORAM invita quindi al dialogo allo scopo di salvaguardare le regole universali del settore della health supply chain e non per rallentare l’evoluzione tecnologica.

Il commento del Presidente del Centro Studi ASSORAM Carlo Mambretti:  “Non è in discussione lo sfruttare o meno le potenzialità che l’AI ci offre: è una necessità; va trovato un nuovo equilibrio e non ci è permesso temporeggiare. È urgente indirizzare il dibattito politico e giuridico verso le fondamentali sfide economiche e sociali che l’Intelligenza Artificiale pone”.

Ogni azienda che opera nel settore farmaceutico deve essere censita e identificata dalle autorità competenti e garantire tracciabilità e rintracciabilità delle proprie attività in modo che sia ben chiara la catena delle responsabilità contro ogni interruzione di qualità o reato farmaceutico. Allo stesso modo viene tracciata ogni causale che determini l’uscita del prodotto dalla filiera legale, dallo smaltimento a furto, rapina o smarrimento. Mambretti ricorda il recente Manifesto Insieme per la trasformazione digitale firmato dal sottosegretario alla Presidenza del Consiglio a garanzia dell’approccio sempre più responsabile nella ricerca dell’innovazione “buona” in relazione ad un settore così determinante per il benessere collettivo.

Su questi temi ASSORAM garantisce la piena disponibilità dell’Associazione e del suo Centro Studi a contribuire al dibattito istituzionale portando il proprio know how e l’esperienza di questi quasi sessant’anni nella health supply chain.